Centrale di Quart

Sostituzione dei gruppi di produzione senza interruzione della generazione idroelettrica.

Centrale di Quart

L’impianto è di tipo ad acqua fluente.
E’ una delle centrali principali di CVA e produce oltre 160 milioni di chilowattora all’anno.

L’impianto entrò in esercizio nel 1958, per utilizzare le acque della Dora Baltea e, con il suo lungo canale derivatore passante per Aosta, anche quella del torrente Buthier.

Il rifacimento dell’impianto si è basato sulla sostituzione di un gruppo orizzontale a doppia turbina con 2 gruppi verticali indipendenti. Il miglioramento della semplicità di esercizio è stata considerevole.

Dati di targa

  • Bacino Idrografico: Dora Baltea
  • Potenza Installata: 38,5 MVA
  • Salto lordo: 74,8 m
  • Portata Massima: 2x30 m3/s
  • Lunghezza Condotta: 80 m
  • Diametro della Condotta: 4 m
  • Collegamento alla rete esterna: 220 KV

Il fattore DIFFERENZIANTE per il rinnovamento dell’impianto è stato l’esecuzione delle opere senza interruzione di generazione. In pratica le fasi di sostituzione dei gruppi sono avvenute sempre, almeno con un gruppo in servizio. Trattandosi di una Centrale ad acqua fluente infatti, sarebbe stato economicamente non sostenibile un fermo prolungato dell’impianto nella sua interezza. Particolare attenzione è stata quindi posta, durante il rinnovamento, al rispetto delle tempistiche e delle sovrapposizioni delle fasi di lavoro, fino ad arrivare ai provvisori elettrici.

In tal modo si è riusciti, non senza difficoltà, a centrare il periodo della “morbida”, cioè il periodo dello scioglimento delle nevi in primavera, senza causare perdite di produzione per indisponibilità dei gruppi. Un intervento certosino e delicato insomma, che oltre ad essere interessante per la sostituzione da gruppi Orizzontali in Verticali, ha consentito di ottenere un Ritorno dell’Investimento (R.O.I) che altrimenti non sarebbe stato possibile

“Particolarità del Progetto”

  • Sostituzione del gruppo di produzione esistente, con due gruppi ad asse verticale, senza nessuna perdita di produzione.
  • Sostituzione del sistema di comando e controllo.
  • Rifacimento della distribuzione di media e bassa tensione.