Centrale di Gressoney

Rifacimento globale della Centrale e
della stazione di trasformazione

Guarda l’interno della centrale

Centrale di Gressoney

La centrale di Idroelettrica di Gressoney è ubicata nel Comune di Gressoney La Trinitè in Provincia di Aosta e fa parte degli impianti situati sull’Asta del torrente Lys.

È una centrale a serbatoio con bacino imbrifero pari a 12,37 km2 che utilizza l’acqua dei torrenti Mos e Olene (Gabiet).

L’impianto si sviluppa tra il serbatoio artificiale stagionale ubicato in località Gabiet della capacità di 4.172.000 m3 e la centrale in località Edelboden Superiore.

Il canale di derivazione sottocarico è formato da una condotta che termina a monte delle valvole di chiusura della condotta forzata e che alimenta due gruppi, in grado di fornire una potenza efficiente pari a 16 MW con una portata massima di 2,6 m3/sec ed un salto di 731,51 metri.

L’impianto è stato costruito nel 1921.

SCARICA LA BROCHURE

Dati di Targa

  • Potenza Installata 18 MVA
  • Salto Netto 731,5 m
  • Portata Massima 2,6 m3/sec
  • Lunghezza Condotta 1704 m
  • Diametro Condotta 1,05/0,65 m
  • Collegamento Rete Esterna 132 kV

Apparecchiature Principali

Turbine Pelton ad asse orizzontale monogetto (2 x 8.850 kW) con giranti realizzate in acciaio inox da fusione monolitica, i cui profili sono stati ottenuti mediante macchinario a controllo numerico a 5 assi per avere una lavorazione perfetta; sistema oleodinamico SOD controllato da PLC per la regolazione della velocità.

Generatore sincrono trifase a poli salienti (2 x 9.000 kVA, tensione d’uscita 6,5 kV, 600 g/min), isolamento statorico realizzato su ogni singola spira con nastratura composta da fibra di mica e cotone (non impregnato);
supporti a strisciamento con superficie di contatto con albero in metallo bianco raffreddato ad olio e triplo sistema di lubrificazione (pompa di sollevamento, pompa di lubrificazione, anelli) completo di sistema di controllo delle vibrazioni;

sistema di raffreddamento a circuito chiuso tramite ventole installate sul rotore, con doppio scambiatore aria/acqua e acqua/acqua, doppia pompa di circolazione sul circuito del liquido di scambio (tutte le tubazioni in acciaio inox) costantemente monitorato tramite pressostati, flussostati, sonde di temperatura e di pressione;

sistema di eccitazione statico a tiristori;
impianto antincendio a CO2;
predisposizione per avviamento in assenza di tensione di rete e alimentazione in isola.

Sistemi elettrici e di controllo

  • N° 2 Eccitatrici statiche del tipo KLSF-2, una per ogni gruppo generatore, complete di raddrizzatore a ponte di tiristori e regolatore digitale di tensione.
  • N° 2 trasformatori di eccitazione isolati in resina da 50 kVA ciascuno con rapporto di trasformazione 400/130 V c.a.
  • Celle a 15 kV complete di sezionatori, riduttori e centro stella, per ogni gruppo generatore.
  • N° 2 armadi azionamenti dei servizi di gruppo, uno per ogni gruppo generatore
  • Armadi Power Center 110 V c.c. e 400 V c.a., completo di trasformatore a secco da 160 kVA con rapporto di trasformazione 15/0,42 kV.
  • N° 3 armadi equipaggiati con PLC General Electric contenenti tutti gli apparati del sistema di comando, controllo e protezione dei gruppi e d’impianto. L’architettura del sistema si compone di 3 PLC di automazione ed è articolata nel seguente modo:
    a) N° 1 PLC per ogni gruppo generatore, su cui è implementata l’automazione di
    gruppo ed il Regolatore di velocità/frequenza digitale;
    b) N° 1 PLC installato sull’armadio dei Comuni di Impianto;
    c) N° 2 pannelli operatori, uno per ogni interfaccia con le unità di controllo di gruppo;
    d) N° 1 pannello operatore di interfaccia con l’unità dei Comuni di Impianto.
  • N° 1 SCADA di impianto completo di monitor di interfaccia da cui è possibile accedere al sistema di supervisione dell’impianto e all’ambiente di sviluppo dei SW applicativi.
  • N° 1 dispositivi di parallelo automatico digitali, uno per ogni gruppo, del tipo SCF marca Thytronic.
  • N° 2 protezioni digitali della linea del tipo NA60 (Generale) NV10P (Interfaccia) marca Thytronic.
  • N° 2 protezioni digitali del tipo NTG marca Thytronic, una per ogni gruppo.
  • N° 1 collegamento in fibra ottica di connessione tra tutti i PLC installati sull’impianto e lo SCADA.